Margherita Graglia


psicoterapeuta e formatrice

Psicoterapeuta, formatrice e saggista

Laureata in Psicologia clinica all'Università di Torino.
Iscritta all'albo degli psicologi della Regione Emilia Romagna n. 2910 sez. A e all'albo dei sessuologi del CIS (Centro Italiano di Sessuologia) e della FISS (Federazione Italiana Sessuologia Scientifica).
Specializzata in psicoterapia ad indirizzo costruttivista. Svolge l'attività di psicoterapeuta e sessuologa clinica a Reggio Emilia e Torino.

Affianca all'attività clinica quella di formatrice e consulente presso Università, Scuole di Specialità, Scuole di primo e secondo grado, Aziende USL ed Enti Pubblici sui temi dell'identità sessuale, in particolare su come contrastare l'omonegatività sociale e promuovere l'inclusione delle persone LGBT.

È coordinatrice del "Tavolo interistituzionale per il contrasto all'omotransnegatività e per l'inclusione delle persone LGBT" del Comune di Reggio Emilia; docente della Scuola di Specializzazione riconosciuta dal MIUR in "Psicoterapia dello sviluppo e dell'adolescenza" di Reggio Emilia e Brescia; didatta e consigliere del CIS (Centro Italiano di Sessuologia).

Dal 2014 al 2016 ha partecipato, come coordinatrice del team formativo e come docente, alla "Strategia Nazionale LGBT per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere" dell'UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) presso il Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Ha organizzato e condotto in varie sedi italiane i seguenti corsi di formazione: "I servizi socio-sanitari e l'orientamento sessuale degli utenti" rivolto a operatori psico-socio-sanitari; "L'identità sessuale in età evolutiva" rivolto ai pediatri e medici di base; "Educare al rispetto" rivolto agli insegnanti per contrastare il bullismo omofobico; "Le Nuove Famiglie: la scuola, le famiglie, gli insegnanti" rivolto agli educatori della scuola primaria per promuovere l'integrazione dei bambini che crescono in famiglie omogenitoriali; "Stereotipi di genere e contrasto alla violenza sulle donne" rivolto agli educatori della scuola primaria; "I contesti lavorativi: come creare luoghi di lavoro inclusivi" rivolto ai dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni e delle Aziende private.

Ha partecipato a vari progetti europei sui temi dell'inclusione e delle differenze di orientamento sessuale e di identità di genere, ad esempio nel 2001 a Be Equal Be Different sull'applicazione dell'art. 13 del Trattato di Amsterdam; nel 2002 a Triangle (Transfer of information to combat discrimination against gays and lesbians in Europe); nel 2006 Schoolmates (Train the trainers to address and prevent violence against homosexual adolescents in school); nel 2010 ad AHEAD (Against Homophobia European local Administration Devices); nel 2014 a JCVG (Youth can end gender violence).

Ha collaborato con l'Università di Bologna, Facoltà di Psicologia, a partire dal 2005 e con l'Università di Genova, Facoltà di Medicina, dal 2014 al 2016.

Ha collaborato con il servizio LGBT del comune di Torino per la formazione dei dipendenti pubblici nel biennio 2007/2008 e nel 2014/2016.

È stata consigliere dell’International Boarding di GALE (Global Alliance on LGBT Education) dal 2006 al 2010.

Ha partecipato nel 2007 al progetto di ricerca intervento finanziato dall'Istituto Superiore di Sanità: Progettazione e sperimentazione di percorsi formativi innovativi per operatori psico-socio-sanitari, sperimentando percorsi formativi in varie ASL sui temi dell'identità sessuale.

Ha fatto parte nel 2005 dell'èquipe di Modi Di. Ricerca nazionale sulla salute di lesbiche, gay e bisessuali (progetto finanziato dall'Istituto Superiore di Sanità all'interno del V Programma nazionale di ricerca sull'AIDS).

Nel 2003 è stata Consulente tecnico del Ministero Pari Opportunità per il gruppo di studio Sessualità, discriminazioni e integrazione sociale.

A partire dalla fine degli anni '90 ha organizzato e condotto i corsi di formazione rivolti agli insegnanti, dal titolo Educazione socio-affettiva sui temi dell'identità sessuale, autorizzati dal MIUR consecutivamente per tre anni scolastici ai sensi della Direttiva n. 90 del 1° Dicembre 2003.

È componente del comitato scientifico della Rivista di sessuologia.

E' autrice di Omofobia. Strumenti di analisi e di intervento (2012) e Psicoterapia e omosessualità (2009), entrambi per Carocci Faber, e di altre pubblicazioni scientifiche.